G7 e operazione sicurezza: in azione a Bari 1.500 agenti e 600 telecamere

Il questore Esposito: «Allarmismo ingiustificato, attivati sistemi di massima vigilanza»
Istituita una sala-situazioni per decisioni rapide. Venerdì stop ai treni Bari-Matera

BARI – Nei giorni del G7 dall’11 al 13 maggio la città sarà blindata. Sorvegliata dal centro alle periferie. Con l’occhio di quasi 600 telecamere, droni, rete di videosorveglianza e smartphone in dotazione alle forze dell’ordine. Le questioni relative alla sicurezza saranno coordinate dalla situation room della Questura di Bari, dove tutti i rappresentanti delle Forze dell’ordine siederanno attorno allo stesso tavolo a ferro di cavallo per prendere decisioni in caso di eventuali situazioni critiche e di pericolo. Saranno impiegati circa 1500 uomini al giorno con particolare attenzione ai cosiddetti obiettivi sensibili, vie di accesso alla città, porto, aeroporto e stazioni ferroviarie, oltre alle zone dove saranno i ministri e le delegazioni, Castello Svevo e Hotel delle Nazioni. Il centro della città, chiuso al traffico, sarà inoltre protetto da barriere in cemento anti-tir. In particolare, nelle tre giornate del vertice saranno operativi sulla città due eli-video (un elicottero dei Carabinieri e uno della Polizia che trasmetteranno immagini dall’alto in diretta), quattro droni, circa 250 telecamere fisse e altre 338 di Ferrovie dello Stato e Fal, installate lungo la tratta ferroviaria fra Bari e Matera, che sarà percorsa dai ministri quando andranno in visita nella città lucana. Proprio in occasione di questa visita sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra i due capoluoghi dalle 16 alle 24 . Poi ancora ci saranno le microcamere Mercurio installate su tutte le auto della polizia a, in grado anche di registrare targhe di auto e verificare all’istante eventuali mezzi sospetti, e più di 40 smartphone in dotazione al personale per strada.
«L’intelligence al lavoro»

«Abbiamo attivato massimi sistemi di sicurezza, ma riteniamo ingiustificato l’allarmismo che si sta diffondendo in città. La nostra intelligence è al lavoro per prevenire qualsiasi evento di pericolo». Ha assicurato il questore di Bari, Carmine Esposito. Durante le tre giornate del vertice sono infatti previste diverse manifestazioni di protesta, alcune già autorizzate, che si svolgeranno comunque lontano dalla zona di massima sicurezza. «Garantiremo a tutti, anche ai dissidenti, il diritto di manifestare e protestare – ha aggiunto Esposito – perché è un segno di rispetto verso la diversità delle opinioni, ma la contestazione non deve mai sfociare in forme di intolleranza o peggio di violenza, altrimenti saremo pronti a ripristinare il rispetto della legge ad ogni costo».

Le barriere

Sono già state sistemate le barriere in cemento per evitare ingressi non controllati. L’esperimento è stato avviato in occasione della festa di San Nicola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...